fbpx

logo

Nuova Classe A | Rossi S.r.l.
66518
page-template,page-template-template-mercedes,page-template-template-mercedes-php,page,page-id-66518,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-rossi,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Nuova Classe A.
Design & Comfort.

L’abitacolo di Nuova Classe A sembra letteralmente abbracciare i passeggeri. I passaggi fluidi tra plancia portastrumenti, consolle centrale e rivestimenti delle porte assicurano un piacevole effetto wrap-around. Una soluzione unica in questa categoria, come anche la scelta degli elementi decorativi e l’illuminazione indiretta, che mette tutto sotto una luce migliore.

Design degli interni

Comfort ed estetica.

In Nuova Classe A ogni dettaglio è perfetto: elementi decorativi, bocchette di aerazione e, in particolar modo, i sedili. A seconda degli equipaggiamenti puoi scegliere tra sedili di base, sedili comfort o sedili sportivi e prediligere di conseguenza una seduta bassa, una seduta alta oppure la sensazione di essere a bordo di un’auto da corsa. Il sedile di guida è ancora più particolare con il pacchetto sedili Multicontour. Mediante touchscreen puoi ad esempio regolare al millimetro la larghezza dello schienale o farti fare un massaggio.

Cosa rende Nuova Classe A così speciale? Chiediglielo e te lo dirà.

Possiamo parlare?

Del modo completamente inedito di interagire con un’auto. Di intuizione e dell’arte di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo. Fino a quando Nuova Classe A ti conoscerà quasi meglio di te stesso.

Ogni linea è una dichiarazione.

Nuova Classe A spicca per la linea aerodinamica e va controcorrente con il suo cosiddetto “shark nose”, che colpisce per la mascherina del radiatore verticale e il cofano motore molto ribassato. A sinistra e a destra due vere e proprie chicche: i fari MULTIBEAM LED (a richiesta), di forma appiattita, con tutto il fascino del loro potere innovativo. Classe A sembra ora ancora più incollata all’asfalto.